La Musica Grunge: significato, band e stile

by Gig Master


Il grunge è un genere musicale che ha rivoluzionato la storia del rock e che continua ad influenzare band di tutto il mondo. Nata intorno alla metà degli anni ’80 negli Stati Uniti e più precisamente a Seattle, la musica grunge ha conosciuto i suoi più grandi successi all’inizio degli anni ’90 grazie band iconiche come Nirvana, Soundgarden, Pearl Jam e Alice in Chains. Sembra quasi impossibile che siano passati trent’anni da quando il grunge ha fatto il suo esordio nelle classifiche di tutto il mondo, raggiungendone la vetta in brevissimo tempo. I soliti Michael Jackson e Madonna, abituati a tenere saldamente le redini delle chart, venivano scalzati senza pietà da band che fino a poco tempo prima suonavano nel garage di casa.



Cosa significa grunge?



Il termine grunge fu usato per la prima volta nel 1981 da Mark Arm dei Green River per descrivere alla rivista Desperate Times il sound della sua band. Prima di riferirsi alla musica, la parola grunge era usata per indicare qualcosa di sporco, come è infatti il sound tipico grunge.



Elementi della musica grunge

Gli elementi stilistici della musica grunge traggono origine dai generi hardcore punk e heavy metal, tipici della fine degli anni ’70. Ci sono infatti le chitarre elettriche distorte, l’effetto fuzz e i testi carichi di rabbia sociale, senso di esclusione o apatia per un futuro deprimente e senza speranze. Le band grunge avevano in comune l’esigenza di sfuggire alle convenzioni sociali e la voglia di un vivere più autentico e minimale. Anche durante i concerti i gruppi grunge preferivano scenografie scarne con solo il minimo indispensabile. Spesso nei testi delle loro canzoni denigravano gli artisti pop che davano troppa importanza all’apparenza.



Le band che ne hanno fatto la storia della musica grunge

Quando si pensa alla musica grunge, le band di riferimento in maniera assoluta sono: Nirvana, Soundgarden, Pearl Jam e Alice in Chains. Prima di questi famosi gruppi ci sono stati degli antesignani a cui va riconosciuto il merito di aver gettato le basi di questo genere musicale. Queste band sono i Fartz, gli U-Men e i Melvins molto attive a Seattle negli anni ’80 e che hanno dato origine al cosiddetto Seattle Sound. I Pixies e i Sonic Youth hanno anch’essi avuto un’influenza sullo sviluppo del grunge, pur non essendo di Seattle.

L’anno di grazia per il grunge è il 1991, quando vengono pubblicati gli album più iconici di questo genere musicale: Nevermind dei Nirvana, Badmotorfinger dei Soundgarden, Ten dei Pearl Jam. Gli Alice in Chains seguiranno l’anno successivo con il disco Dirt. Questi album sono la consacrazione della musica grunge che da genere di nicchia, diventa un fenomeno globale.


Nirvana

Nirvana è la band che sopra ogni altra rappresenta la musica grunge. Questo gruppo musicale viene fondato a Aberdeen, Washington, nel 1987 dal cantante e chitarrista Kurt Cobain e dal bassista Krist Novoselic. Dopo aver cambiato vari batteristi, nel 1990 entra a far parte della band anche Dave Grohol.

Nel 1989 pubblicano il loro primo album Bleach con l’etichetta indipendente Sub Pop. Il vero successo arriva però quasi inaspettatamente nel 1991 con il singolo Smells Like Teen Spirit dell’album Nevermind. Questo brano diventa l’inno di una generazione alienata e angosciata da una società in cui non si rispecchia. Il 1993 è invece l’anno dell’uscita dell’ultimo album dei Nirvana In Utero, in cui i Nirvana riescono ad affermare ancora una volta il loro talento. Nel novembre dello stesso anno verrà registrato il concerto acustico MTV Unplugged.

Il sound dei Nirvana si caratterizza da un uso ottimale della dinamica; riescono infatti ad inserire in uno stesso brano parti melodiche delicate subito seguite da riff potenti e distorti in stile heavy metal. I brani sono quasi per intero opera di Kurt Cobain, sia per quanto riguarda la musica che per quanto riguarda i testi.


Soundgarden

I Soundgarden si sono formati a Seattle nel 1984, grazie all’incontro tra Chris Cornell, voce e chitarra ritmica, Kim Thayil, chitarra solista e Hiro Yamamoto, bassista. Matt Cameron, batterista, fu inserito nella band nel 1987 e Ben Shepherd prese il posto di Yamamoto quando questi lasciò la band nel 1990.

Dopo aver pubblicato due singoli nel 1987 e nel 1988 con l’etichetta indipendente Sub Pop, il loro primo album Ultramega OK vide la luce nel 1989 e pur non avendo venduto molto, ottenne l’attenzione della critica e una nomination ai Grammy del 1990. Il loro secondo album Louder Than Love riuscì ad entrare nella classifica Billboard e ottenne un discreto successo di vendite. Fu però con il terzo album Badmotorfinger del 1991 che i Soundgarden conobbero la fama internazionale con singoli come Jesus Christ Pose, Rusty Cage e Outshined. Nel 1994 pubblicarono il loro album di maggior successo Superunknown; questo debuttò al numero uno della classifica e che vinse due Grammy con i singoli Spoon Man e Black Hole Sun.

Il sound di questa band è un mix di punk rock e metal con un abbondante utilizzo di distorsione fuzz alla chitarra. L’influenza di gruppi musicali degli anni ’70 come i Led Zeppelin e i Black Sabbath è evidente sin dai primi singoli della band.

I Soundgarden si sciolsero nel 1997 a causa delle incomprensioni tra i membri della band. Nel 2010 tornarono insieme e due anni dopo pubblicarono l’album King Animal, un altro disco di successo che balzò subito al quinto posto della classifica Billboard.

Nel 2017 Chris Cornell si è tolto la vita a causa di una depressione che lo affliggeva da anni.



Pearl Jam

I Pearl Jam si sono formati nel 1990 a Seattle e sono stati una delle band più influenti di quel decennio. I membri fondatori sono Eddie Vedder, cantante e chitarrista, Jeff Ament, bassista, Stone Gossard, chitarra ritmica e Mike McCready, chitarra solista.

Nel 1991 ha visto la luce il primo album della band, Ten, che è ad oggi uno degli album più venduti di sempre e che è rimasto nella classifica Billboard per cinque anni di fila. Il secondo album della band, Vs, è uscito nel 1993 entrando subito al primo posto in classifica. Rispetto al primo album, questo aveva un sound più potente e diretto, che è stato subito apprezzato sia dal pubblico che dalla critica. Nel 1994 usciva il terzo album dei Pearl Jam, Vitalogy, caratterizzato da molte sperimentazioni e che ha fatto vincere ai Pearl Jam cinque dischi di platino.

I Pearl Jam sono una delle band internazionali di maggior successo con all’attivo oltre 85 milioni di dischi venduti. E’ l’unica delle quattro maggiori band grunge ad essere ancora in attività, con concerti sempre sold out.



Alice in Chains

Gli Alice In Chains sono nati a Seattle nel 1987 dall’incontro tra il cantante Layne Staley, il chitarrista e cantante Jerry Cantrell, il batterista Sean Kinney e il bassista Mike Starr. Tra le quattro maggiori band grunge, gli Alice In Chains sono quelli con un sound più heavy metal e distorto.

Gli Alice In Chains sono arrivati al successo internazionale con gli album Facelift del 1990, Dirt del 1992, Jar Of Flies del 1994 e Alice In Chains del 1995. Questa band ha venduto oltre 30 milioni di dischi e ha raggiunto le vette delle classifiche grazie a singoli iconici come Man In The Box, No Excuses, Would? e Over Now.

La band originale si è sciolta nel 1996 a causa dell’abuso di sostanze da parte di Layne Staley, che morirà di overdose nel 2002. Una nuova formazione degli Alice in Chains si è formata nel 2005 con William DuVall nel ruolo di cantante principale e sono tutt’oggi attivi.



Lo stile grunge

Lo stile grunge è andato oltre la musica ed ha influenzato anche l’abbigliamento dei primi anni ’90. Erano in voga camicie a quadri di flanella, T-shirt rovinate, felpe più grandi di almeno una taglia, stivali di tipo militare o Converse. Stilisti come Karl Lagerfeld e Marc Jacobs in più di una sfilata hanno fatto indossare ai propri modelli abiti grunge. Questo enorme ed inaspettato successo del grunge come stile a tutto tondo fu probabilmente una delle cause della sua prematura fine.

Il grunge aveva ormai trasceso i suoi principi originali ed era diventato parte di quella società contro cui era nato. I problemi di droga di molti membri di queste band e le morti premature di tre su quattro frontman hanno dato il colpo di grazia a questo genere, in cui il malessere esistenziale è un elemento imprescindibile che va vissuto in prima persona.




In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei

potrebbe interessarti

Lascia Un Commento