Capotasto Chitarra: A Cosa Serve?

by Gig Master



“A cosa serve il capotasto” è una domanda che viene fatta spesso da chi è alle prime armi con la chitarra e magari ne ha solo sentito parlare. Il capotasto non è altro che un piccolo morsetto da posizionare sulla tastiera della chitarra per cambiarne la tonalità a seconda delle esigenze del chitarrista. Utilizzando questo piccolo strumento si potranno alzare o abbassare le tonalità a piacimento, senza dover cambiare la diteggiatura quando si suona, ma soltanto spostandola lungo la tastiera. E’ molto utile soprattutto per chi ancora non è molto pratico con gli accordi che hanno bisogno del barrè e quindi preferisce utilizzare il capotasto per poter mettere le dita come quando si fanno gli accordi aperti.

Il capotasto non è utilizzato soltanto dai principianti, ma è un accessorio che non manca nella sacca dei chitarristi professionisti. Se infatti si è soliti accompagnare cantanti con la propria chitarra, sarà quasi sempre necessario adattare la tonalità in cui si suona suona a quella dei vocalist. Utilizzare il capotasto è sicuramente il modo più veloce per fare questa operazione e quello più usato da molti chitarristi.

Alcuni chitarristi utilizzano il capotasto per dare un tono più acuto alla chitarra, che può essere molto utile quando si fanno determinati pezzi. Man mano che si sposta il capotasto lungo il manico la chitarra suonerà in maniera completamente diversa, arrivando a somigliare ad un ukulele. Anche regolando la pressione che il capotasto esercita sulle corde si possono avere sound diversi. Il consiglio è quello di sperimentare e divertirsi a suonare pezzi in diverse tonalità, così da sorprendere anche chi ascolta.

Esistono vari tipi di capotasto a seconda del tipo di chitarra che abbiamo e dell’effetto che vogliamo che abbia sulle corde. Esistono quelli:


  • a pinza
  • ad avvitamento
  • a rullo
  • a laccio



Capotasto a pinza



capotasto chitarra a cosa serve




E’ il capotasto più acquistato e diffuso perché è molto facile da utilizzare anche dai principianti. Come dice il nome stesso è una vera e propria pinza che si mette sulla tastiera della chitarra. E’ dotato di una pratica impugnatura che permette di farlo scorrere velocemente da un tasto all’altro, così da non dover perdere tempo tra un pezzo e l’altro quando si suona. Gli svantaggi del capotasto a pinza sono che la pressione esercitata sulle corde non è regolabile e quindi può capitare che prema più su alcune corde che su altre generando scordature.




Capotasto ad avvitamento

capotasto chitarra a cosa serve


Il capotasto ad avvitamento serve a bloccare le corde sulla tastiera della chitarra e a imprimere su di esse la pressione desiderata tramite una piccola vite laterale. E’ quello più utilizzato dai chitarristi professionisti perché è affidabile e una volta che è stato posizionato non c’è rischio che si allenti o prema meno su alcune corde. Lo svantaggio del capotasto ad avvitamento è che non lo si può togliere e mettere velocemente come quello a pinza. Se quindi si sta suonando un pezzo che ad un certo punto cambia tonalità, non si può cambiare la posizione del capotasto. Per il resto è assolutamente consigliato.



Capotasto a rullo



capotasto chitarra a cosa serve




Il capotasto a rullo è forse uno dei meno diffusi, ma ha delle caratteristiche che lo rendono un ottimo prodotto. Ha infatti la capacità di imprimere una pressione uniforme su tutte le corde, così da non rischiare cambiamenti di tono improvvisi. La pressione pur essendo costante non è però regolabile e per questo alcuni chitarristi prediligono gli altri modelli di capotasto. Prima di acquistarlo è inoltre meglio controllare la compatibilità con il manico della propria chitarra.


Capotasto a laccio


capotasto chitarra a cosa serve




E’ il capotasto meno ingombrante di tutti ed è molto facile da utilizzare. E’ dotato di un laccio tramite il quale è possibile aumentare o diminuire la pressione sulle corde, così da poter ottenere il sound che si preferisce senza fatica. Questo capotasto è adatto a tutti i tipi di manici, lo si potrà quindi utilizzare su diverse chitarre, sia classiche che elettriche, senza alcun problema.





potrebbe interessarti

Lascia Un Commento